sabato 31 dicembre 2011

Cornucopia di Struffoli-Un Buon Auspicio per il Nuovo Anno!




Nell'augurarvi Buon Anno...
La Cornucopia della Fortuna: Struffoli e abbondanza per Capodanno!!! Una cornucopia è in generale qualcosa che elargisce senza fine,simbolo dell'abbondanza e del buon auspicio: ma che cosa scroscia dalla cornucopia? Auguriamoci che il nuovo anno sia foriero di serenità, lavoro pace e amore per tutti .





La cornucopia simboleggia anche concordia, felicità e provvidenza ed è è la miglior sintesi della prosperità di una famiglia.

Come da tradizione familiare, anche quest'anno si preparano gli struffoli.Non sarebbe festa senza i profumi dei dolci tipici. questa è la mia versione.Sono più morbidi e profumatissimi di Miele di Arancia e Anice. gli struffoli si preparano sia a Natale che a Capodanno,quelli in versione
natalizia-qui- ve li avevo già presentati  e non possono mancare per festeggiare degnamente l'arrivo del nuovo anno. Oggi li ripropongo nella veste più classica, elargiti dal guscio della cornucopia come portafortuna, fanno bella mostra di sè sulla tavola dell'ultimo giorno dell'anno,ad arricchire e concludere il menù di Capodanno.
Alla stregua delle lenticchie gli struffoli rappresentano prosperità e abbondanza.Vengono preparati ed offerti ad amici e parenti, come messaggio beneaugurante.Ogni anno si rinnova la tradizione, con i profumi e i sapori tipici di questi giorni di festa.
Gli struffoli sono i dolci tipici della tradizione natalizia napoletana.Sono palline di piccole dimensioni  di pasta frolla,successivamente fritte e ricoperte di miele .
Pare che nel Golfo di Napoli ce li abbiano portati i Greci, al tempo di Partenope. E dal greco deriverebbe il nome “struffolo”: precisamente dalla parola “strongoulos”, arrotondato.
Sempre in greco, la parola “pristòs” significa tagliato. Per assonanza, uno “strongoulos pristòs”, cioè una pallina rotonda tagliata: vale a dire lo struffolo.

In età romana la cornucopia era promessa di ricchezze infinite e di fortune inaspettate: Ovidio ne ricerca l’origine nel corno della capra Amaltea, nutrice del dio Giove: il corno del toro (o della capra) ha sempre
portato fortuna ai superstiziosi napoletani, tant’è vero che basta girare lo sguardo per le botteghe del centro storico per vedere colonie di “cerasielli” e cornetti gobbuti pronti per essere sfregati o semplicemente acquistati per tenerli in tasca contro "A' malasciorta" la sfortuna, che a differenza della sua sorella bendata, ci vede benissimo.
(fonte web)

E dopo le note storiche, ora passiamo all'esecuzione della ricetta di famiglia,tramandata da generazioni di madre in figlia.
Gli Struffoli profumati all'Anice in glassa di miele D'Arancia.

Ingredienti:
STRUFFOLI  al miele d'Arancia e ANICE
  • 500g. farina-00 Molino Chiavazza
  • 3 uova
  • 100g. Burro-
  • 100 g. zucchero
  • mezzo bicchierino Anice
  • mezzo cucchiaino raso di bicarbonato ( N B:  L'uso del bicarbonato serve per far lievitare gli struffoli in cottura, rendendoli morbidi ,ed in questo modo assorbono meglio il miele e non diventano duri; Rimangono morbidi e squisiti .)
  • 1 bustina di vaniglia
  • buccia di limone e arancia grattugiata.

  • Olio di Arachidi per friggere.
  • Miele di Arancia per la glassatura finale
  • Anice a gusto per profumare alla fine della guarnizione
  • Confettini "diavolilli" all'anice
  • Cannellini (confetti dal cuore di cannella)
Preparazione:
Amalgamare gli ingredienti perfettamente; (io nel Ken, con frusta K ,ho lavorato per 4/5 minuti a velocità 2.)

fare una palla,lasciare riposare coperta con pellicola ,o meglio con tovagliolo umido, per 30 minuti circa.

Tirare dei bastoncini come per gli gnocchi,tagliare a dadini e friggere in olio d'arachidi,caldo.




















Sciogliere il miele a fuoco dolce in una casseruola abbastanza capiente a contenere tutti gli struffoli; aggiungere 3 cucchiai di Anice,versare gli struffoli e rigirarli delicatamente con un cucchiaio di legno, per fargli assorbire bene il miele.
Versare su un vassoio inumidito leggermente con anice e dare la forma,dando infine un' ultima spruzzatina con il liquore.Riempire infine la cornucopia.



Ho aggiunto come decori sempre con la pasta sfoglia delle foglie di Agrifoglio, altro simbolo portafortuna e monete di cioccolata.

Riempire di buoni propositi la magica Cornucopia...che può realizzare e materializzare i nostri bisogni e le necessità più vere,traendo da noi stessi la vera ricchezza,.che sarebbe quella interiore e spirituale...


 E Con l'auspicio di buona fortuna, serenità, pace e prosperità... Auguro Buon Anno a tutti!!





Con questa ricetta partecipo al
Del blog La cultura del Frumento
Scadenza- 08/01/2012

7 commenti:

  1. Auguri di abbondanza e prosperità in questo inizio anno che mi sembra già grigio!
    loredana

    RispondiElimina
  2. adoro gli struffoli,buon anno!

    RispondiElimina
  3. @Loredana: Grazie ricambio di cuore,che sia prospero e sereno per tutti.
    Un abbraccio.
    L.

    RispondiElimina
  4. @Marsettina: Grazie, tanti auguri di Buon Anno, a te e la tua famiglia.
    Un abbraccio, a presto.
    L.

    RispondiElimina
  5. @Marsettina: Grazie, tanti auguri di Buon Anno, a te e la tua famiglia.
    Un abbraccio, a presto.
    L.

    RispondiElimina
  6. Che bella cornucopia!Complimenti!Spero possa essere un augurio per tutti noi!Felice Anno Nuovo! Ciao

    RispondiElimina
  7. @La Cucina di Molly:Grazie!! Felice Anno Nuovo, il mio augurio più sincero per tutti,bentrovata Molly, un caro saluto, a presto.
    L.

    RispondiElimina

Grazie per la visita e per i commenti che vorrete lasciare.Risponderò a tutti con piacere.Quelli anonimi verranno cancellati.Grazie.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...