martedì 8 novembre 2011

Pasta e Cavoli (in pentola a pressione)- E che Cavoli!




Per la serie cosa bolle in pentola...?



Cosa ci sarà in questa graziosa cocotte?- Oggi vi propongo una specialità,che andrà a concludere per il momento la serie "Pasta in pentola a Pressione"; ma che riprenderà tra qualche settimana con altre proposte invitanti .©Pasta e Cavoli.






Questo primo piatto molto rustico, è tratto sempre dal ricettario di famiglia, ma adattato per la cottura in pentola a pressione.

Ecco a voi, la ©Pasta e Cavolfiore"! Un piatto povero, della tradizione contadina, ottimo cucinato in maniera tradizionale, ma reso veloce e gustoso, preservando tutte le proprietà nutrizionali e le vitamine, con l'uso della pentola a pressione.

Il cavolfiore è una verdura tipica dell'inverno che, grazie al perfetto equilibrio dei suoi componenti, esercita una benefica azione sulla salute se consumato 2-3 volte a settimana. Grazie al suo basso contenuto di calorie (25 kcal/100 g) e al suo elevato potere saziante il cavolfiore è indicato anche nelle diete dimagranti.

Per alcuni è difficile da digerire, altri non amano il suo odore forte,ma il cavolo contiene molti elementi nutritivi, che lo rendono un alimento essenziale nella dieta di ciascuno di noi e ha molte proprietà positive.
Oltre alla vitamina C e quelle del gruppo B, contiene, magnesio, potassio,calcio e fosforo.Ma la sua caratteristica più preziosa è l'alto contenuto di Acido folico, importantissimo per la buona salute del cervello.

Per cui il cavolfiore non deve mancare mai sulle tavole d'inverno, questa ricetta che vi propongo oggi, è semplice, ma con un tocco personale, che rende il gusto più piacevole,e la cottura sotto pressione,oltre ad esaltare il sapore, diminuisce anche l'odore , per cui non avremo per casa una traccia olfattiva non gradevole.
Cucinato in questo modo, risulta cremoso,vellutato con la mantecatura di un buon pecorino ,e la pasta cotta al dente!

Ingredienti:
1 Cavolfiore di medie dimensioni
2 spicchi d'aglio
1 peperoncino
200 g.Pasta formato Spaghetti-(spezzettati)
1 scorza di parmigiano ,ben pulita e tagliata a dadini
Pecorino grattugiato -a piacere
Olio EVO
sale, pepe q.b.
Acqua calda -o brodo vegetale

Preparazione:
Pulire il cavolo e tagliarlo a cimette.

Mettere un giro d'olio nella pentola , due spicchi d'aglio ed il peperoncino,far rosolare,qualche minuto.
Aggiungere le cimette di cavolfiore, il formaggio a dadini, e far insaporire qualche minuto.

Aggiungere 40 ml. di acqua calda o brodo vegetale,salare, chiudere la pentola e cuocere per 5 minuti dall'inizio del sibilo.
Scaduto il tempo, sfiatare la valvola, aggiungere gli spaghetti spezzati, acqua quanto basta a coprire la pasta, mescolare velocemente , chiudere il coperchio, e contare 6 minuti dall'inizio del sibilo.
Scaduto il tempo, sfiatare la valvola, mantecare col pecorino grattugiato, un po'di pepe ,mescolare velocemente per amalgamare bene il formaggio.
Trasferire nella cocotte, o in piatti individuali, e servire.

Ecco a voi la ©Pasta e Cavoli...E che Cavoli!-Buon appetito.




Copyright © 2010-2013- Oggi vi cucino così
Tutte le immagini e contenuti di questo sito sono protetti da copyright.
Si prega di non utilizzare le immagini senza previa autorizzazione, e solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte e il link.

Tutti i diritti sono riservati per testi e foto.
Vietata copia e diffusione.

6 commenti:

  1. Mi ispira tantissimo questa pasta!!!! Dici di mettere 40 ml di acqua, ma sono 40 o 400 ml?

    Grazie e ciao
    Silvia

    RispondiElimina
  2. @Silvia: Ciao Silvia, grazie per l'attenzione,sono contenta che ti ispiri, è facile e veloce,sentirai che buona.Per 40 ml. di acqua ( che equivalgono a 40 g. d'acqua circa) sono grosso modo 1 dito di acqua sul fondo della pentola, serve solo per la cottura a vapore,non vengono cotti ad immersione, si spappolerebbero.In questo modo le verdure cuociono a vapore; Uso questo metodo per quasi tutte le verdure,e le patate,leggi questo post
    http://oggicucinocosit.blogspot.com/2011/10/patate-al-fornofinte.html, scoprirai quante cose si possono fare con la PAP.
    Buon lavoro, se hai altri dubbi chiedi pure,sono a disposizione. Un abbraccio, a presto.
    L.

    RispondiElimina
  3. Grazie per la risposta! Passo spessissimo nel tuo blog e ho già preso parecchi spunti.... Complimenti!

    Ciao
    Silvia

    RispondiElimina
  4. @Silvia: Prego, grazie a te, mi fà piacere sapere che trovi interessante il mio blog.
    Fammi sapere poi cosa ti ha ispirato, se vuoi.
    Grazie, a presto.
    L.

    RispondiElimina
  5. È giàla seconda vvolta che la faccio in una settimana.
    Ricetta validissima. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te lettore "anonimo" ,per averla provata,sono contenta che ti sia piaciuta, magari la prossima volta puoi firmarti, così ci conosciamo.
      Un caro saluto

      Elimina

Grazie per la visita e per i commenti che vorrete lasciare.Risponderò a tutti con piacere.Quelli anonimi verranno cancellati.Grazie.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...